L’EVOLUZIONE NEGLI UPS.

I gruppi di continuità – già presenti sul mercato ed utilizzati da decenni – sono sempre più impiegati in svariate applicazioni  industriali, informatiche, nella pubblica amministrazione, nei data center, ed anche in ambito privato e civile. Con gli obiettivi di garantire un funzionamento continuo degli apparati da essi protetti, i costruttori di gruppi di continuità stanno adeguando la propria gamma di prodotti, adottando una filosofia progettuale e produttiva volta a sostenere il modello di “energia pulita”, ponendo sempre più attenzione al risparmio energetico e al basso impatto ambientale. Anche Elsist – divisione UPS del Gruppo Naicon – segue questa strada nello sviluppo dei propri prodotti.

Vanno, infatti, in tale direzione le evoluzioni tecnologiche che adottano topologie e dispositivi di commutazione di ultima generazione e che permettono di ottenere un’alta efficienza ed un Fattore di Potenza unitario

(PF = 1.0), così da diminuire gli impatti ambientali ed ottimizzare le prestazioni. Minor potenza dissipata significa altresì minimizzare l’impatto termico nell’ambiente in cui il gruppo di continuità è installato, rendendo semplice la sua collocazione anche in piccoli uffici o abitazioni private. Altre caratteristiche delle ultime generazioni di gruppi di continuità sono gli ingombri ridotti rispetto alle potenze erogate e la silenziosità, così come una modalità di comunicazione e supervisione software semplice ed accessibile anche da remoto, caratteristica che risulta molto utile quando un gruppo di continuità funziona all’interno di Smart Grid.

Un’altra peculiarità degna di nota, soprattutto nei gruppi di media-alta potenza, è la possibilità di operare in parallelo con una architettura modulare, ottenendo così caratteristiche di ridondanza N+1, flessibilità, espandibilità, versatilità. Vale la pena anche ricordare l’interesse che viene posto all’importante evoluzione riguardante le batterie. Queste rappresentano una parte fondamentale e delicata di un gruppo di continuità, nonché uno dei fattori principali che ne determinano il costo. Ad oggi la tipologia di batteria più impiegata negli UPS è quella al piombo-acido ermetica.

Questa è una tecnologia ormai matura, che ha raggiunto una certa stabilità sia tecnologica sia nel prezzo. Con gli obiettivi futuri già citati di risparmio energetico ed energia pulita, i costruttori di UPS, Elsist incluso, vanno sempre più indirizzandosi verso l’uso di batterie alternative, come quella agli ioni di litio. Lo sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative, quindi, sta diventando requisito sempre più importante e rappresenta il futuro dell’energia, ed è oggi l’obiettivo primario su cui i produttori di gruppi di continuità stanno impegnando le proprie risorse, al fine di garantire alla propria utenza soluzioni di protezione affidabili, “green” ed economicamente vantaggiose.

Elsist definisce un accordo commerciale con Perl, Germania

Elsist continua nella azione di espansione della propria rete commerciale nei Paesi esteri attraverso accordi con partner locali.

La nostra azienda ha infatti definito un accordo con PERL Notstromsysteme GmbH,  azienda tedesca specializzata nella fornitura e nel servizio tecnico di sistemi di alimentazione critici e di emergenza, con uffici a Monaco di Baviera. PERL supporterà sia attività di vendita sia di assistenza tecnica sul territorio tedesco, in collaborazione con l’altro nostro storico partner R.S.I.

“Continuiamo a perseguire l’obiettivo di diventare un player significativo nel mercato dei gruppi di continuità in Paesi commercialmente importanti, come lo è la Germania – afferma Elvis Clusaz, Direttore Operativo – attraverso accordi con partner locali professionalmente validi”.

Sales meeting Elsist con partner esteri

Nello scorso mese di Gennaio abbiamo avuto il piacere di ospitare presso la nostra sede alcuni dei nostri partner esteri per una “due giorni” di approfondimento sulla linea di prodotti, anche con le presentazione delle nuove serie di UPS, e definizione dei piani commerciali per il 2019.

“Sono stati giorni molto proficui – afferma Bruno Montrasio, Export manager di Elsist – anche per consolidare la conoscenza reciproca. I nostri partner stranieri hanno mostrato interesse ed apprezzamento per i prodotti a catalogo e per le nostre capacità, ed hanno contribuito in maniera costruttiva alla discussione sui piani di sviluppo. Ci auguriamo di vederne i frutti nel corso del 2019.”

Nuova serie di UPS monofase con batterie Li-ion

Elsist annuncia una nuova generazione di gruppi di continuità monofase, on-line a doppia conversione ed alta efficienza equipaggiati con le nuove batterie agli ioni di litio.

La batteria agli ioni di litio offre maggiore densità di potenza, lunga durata, minor peso e tempi di ricarica più rapidi rispetto alle batterie al piombo, per massimizzare la disponibilità di potenza al sistema di alimentazione e ridurre i costi di manutenzione.

Grazie a queste caratteristiche, la batteria agli ioni di litio può risparmiare volume rispetto alla batteria al piombo, consentendo un uso più efficace dello spazio nell’ambiente.

Essendo meno sensibile alle alte temperature, questa batteria richiede meno raffreddamento e quindi riduce i costi energetici, diminuendo, di conseguenza, il TCO.

La nuova serie LION è ad oggi disponibile nelle potenze di 1kVA, 2kVA e 3kVA con un fattore di potenza pari a 0.9.

E’ in grado di funzionare con una ampia gamma di tensione d’ingresso (110Vac-300Vac). E’ equipaggiata con un display LCD per la lettura  ed impostazione dei vari parametri di funzionamento.

Il gruppo di continuità è anche dotato di un modo di carica intelligente delle batterie, così da ottimizzarne le prestazioni. Le batterie agli ioni di litio hanno una vita media tra 12 e 15 anni senza bisogno di manutenzione, migliorando sensibilmente durata e affidabilità del sistema.

 Maggiori info su: www.naicon.com

NEWSLETTER FEBBRAIO 2019